Prof. Fabio Scotto

Università di Bergamo

    fabio.scotto@unibg.it
  • Area di pertinenza

    Letteratura francese

  • Ruolo nell'Associazione

    Soci sostenitori

    • Fabio Scotto è nato a La Spezia nel 1959 ed è professore ordinario di Letteratura Francese all’Università degli Studi di Bergamo (Dipartimento di Lingue, Letterature e Culture Straniere) dove è Direttore del CISAM (Centro Internazionale per gli Studi sulle Avanguardie e la Modernità). È membro del Collegio dei Docenti del Dottorato di Ricerca in “Studi Umanistici e Transculturali”. 

      Dirige la collana “Saggi CISAM” (Cisalpino- Monduzzi), coordina, con S. Genetti, la Rassegna Bibliografica Novecento – XXI secolo del periodico “Studi francesi” (Rosenberg & Sellier, Torino) ed è Editor for French Studies della rivista “InScriptum. A Journal of Language and Literary Studies”. 

      Saggista, traduttore, critico e poeta, ha tra l’altro pubblicato, per la saggistica, Bernard Noël: le corps du verbe (ENS Éditions, 2008), La voce spezzata. Il frammento poetico nella modernità francese (Donzelli, 2012), Il senso del suono. Traduzione poetica e ritmo (Donzelli, 2013), Le corps écrivant. Saggi sulla poesia francese contemporanea da Valéry a oggi (Rosenberg & Sellier, 2019). 

      Sue le curatele e traduzioni dei volumi Rimbaud. Speranza e lucidità (Donzelli, 2010), del Meridiano L’opera poetica (Mondadori, 2010) della raccolta L’ora presente (Mondadori, 2013), dei saggi Orlando furioso, guarito. Dall’Ariosto a Shakespeare (Sellerio editore, 2014), Luoghi e destini dell’immagine. Un corso di poetica al Collège de France 1981-1993 (Rosenberg & Sellier, 2017), delle prose Il Digamma (ES, 2015) e La sciarpa rossa (La nave di Teseo, 2020, in corso di pubblicazione) di Yves Bonnefoy. Ha curato l’antologia Nuovi poeti francesi (Einaudi, 2011) e opere di Alfred de Vigny, Victor Hugo, Villiers de l’Isle-Adam, Apollinaire, Bernard Noël, Patrice Dyerval, Hélène Dorion, Vénus Khoury-Ghata, Pierre Autin-Grenier, Habib Tengour, Jean Flaminien. 

      Per la poesia, ricordiamo le raccolte Il grido viola (Edizioni del Leone, 1988 – Premio Menzione ‘Ungaretti’), Il bosco di Velate (Edizioni del Leone, 1991), La dolce ferita (Caramanica, 1999), Genetliaco (Passigli, 2000 – Premio Selezione ‘Metauro’), L’intoccabile (Passigli, 2004 – Premio Selezione ‘San Pellegrino’), Bocca segreta (Passigli, 2008 – Premio Selezione ‘San Vito al Tagliamento’), La Grecia è morta e altre poesie (Passigli, 2013, “Premio del pubblico ‘Carlo Emilio Gadda’- Pontedilegno Poesia”), In amore (Passigli, 2016, II Premio “Guido Gozzano 2018), La nudità del vestito (Nuova Editrice Magenta, 2018), Storia di Emma C. e altre poesie (Puntoacapo, 2020) e le prose di A riva (Nuova Editrice Magenta, 2009). Suoi testi e volumi sono tradotti in una quindicina di lingue. Ha ricevuto, per la traduzione i Premi ‘Civitanova Poesia – sez. Annibal Caro 1998’, ‘Achille Marazza 2004’ ed è stato finalista del Premio ‘Stendhal’ 2016.

© 2020 Associazione Sigismondo Malatesta. All Rights Reserved.