Spazio Sig.Ma

Esercizi di ermeneutica. Teorie della letteratura e strumenti critici a confronto

31 maggio - 1 giugno 2019
XXXI Colloquio di Letteratura - Rocca Malatestiana, Santarcangelo di Romagna

L’argomento delle due giornate, curate da Paolo Amalfitano, Francesco Fiorentino e Loretta Innocenti, sarà Esercizi di ermeneutica. Teorie della letteratura e strumenti critici a confronto (scarica qui il programma e le informazioni per raggiungere la sede del Colloquio).

Interverranno: Sergia Adamo, Paolo Amalfitano, Pietro Cataldi, Luca D’Onghia, Francesco Fiorentino, Maria Teresa Giaveri, Romano Luperini, Franco Moretti, Guido Paduano, Gilles Philippe, Paolo Tortonese, Davide Vago, Sergio Zatti.

 

Scheda Scientifica del Colloquio

Esercizi d'ermeneutica
Teorie della letteratura e strumenti critici a confronto

 

Da molti anni negli studi letterari il dibattito tra gli studiosi ha abbastanza trascurato la metodologia e la teoria della letteratura. Eppure, di recente, nuove prospettive (come, ad esempio, le digital humanities, o il metodo cognitivo o i cultural/gender studies) hanno avuto una larga diffusione soprattutto in ambito americano e anglosassone ma anche nel resto d’Europa.

Quel che è più mancato - rispetto agli anni d’oro della teoria letteraria del '900- è stato il confronto tra diversi approcci. Oggi sembra prevalere un regime in cui regna o "l'eclettismo spontaneista" dove si combinano, senza alcuna preoccupazione di coerenza, metodi diversi e spesso inconciliabili; o il "monoteismo critico" quando, come sempre più spesso accade, uno studioso applica le proprie scelte di metodo ignorando manifestamente tutto quello che, in campo ermeneutico, elaborano o sperimentano gli altri. 

Il Colloquio di Letteratura 2019 di Santarcangelo non intende infatti proporre una rassegna di metodi bensì un confronto/dialogo tra diverse teorie e pratiche critiche in corso negli studi attuali o che hanno caratterizzato quelli di un recente passato.

Per evitare queste derive oggi dominanti, si chiederà agli studiosi invitati:
1. di dar ragione del proprio metodo distinguendolo da altri più o meno limitrofi;
2. di esemplificare la “potenza” del proprio metodo con un esempio d’analisi testuale.

 

Paolo Amalfitano
Francesco Fiorentino
Loretta Innocenti

 


Visualizza l'Archivio degli inserimenti Spazio Sig.Ma