Raccontare e conoscere. Paradigmi del sapere nelle forme narrative

over

Paolo Amalfitano
Università di Napoli "L'Orientale"

Stefano Brugnolo
Università di Pisa

Francesco Fiorentino
Università di Bari

Carmen Gallo
Università di Napoli "L'Orientale"

Serena Grazzini
Università di Pisa

Gianni Iotti
Università di Pisa

Iacopo Leoni
Università di Pisa

Pierluigi Pellini
Università di Siena

Valentina Sturli
Università di Padova

Roberto Venuti
Università di Siena

Sergio Zatti
Università di Pisa

Emanuele Zinato
Università di Padova

  • Scheda scientifica

    Attraverso le esperienze sentimentali e sociali dei personaggi, e attraverso la descrizione di oggetti e situazioni, il romanzo moderno propone degli itinerari conoscitivi e delle modalità di percezione del mondo assolutamente peculiari. L'eroe romanzesco evolve agendo - in base a un paradigma riportabile all'empirismo lockiano che pensa l'individuo come soggetto di esperienze sensoriali e di elaborazioni intellettuali di quelle esperienze – e il fare della sua azione si trasforma in un sapere più o meno valido, più o meno efficace ai fini d'una conquista di acquisizioni morali o sociali; o, complementarmente, il suo sapere iniziale viene sistematicamente messo in questione da un fare che si sviluppa in relazione alla progressione diegetica. Per esprimere questo il romanzo si avvale di modulazioni discorsive, ben studiate analiticamente dai narratologi, che vanno dal più alto al più basso tasso di diegesi (dal sommario alla scena dialogata alla descrizione alla riflessione) o, per usare la terminologia proposta da Seymour Chatman, di modulazioni discorsive costituite dall'alternanza e dall'intreccio fra enunciati di processo (racconto di eventi) ed enunciati di stasi (valutazioni e descrizioni di fenomeni). Il progetto consiste nello studiare gli elementi formali e tematici che connotano l'apporto conoscitivo della rappresentazione romanzesca (percezione, raffigurazione e interpretazione del mondo) all'interno d'un determinato sotto-genere o di una determinata epoca, nonché il sistema di relazioni che si crea fra un determinato paradigma conoscitivo romanzesco e l'insieme delle tecniche narrative che lo realizzano.

  • Calendario

    Ricerca approvata il 22 novembre 2015. Seminario di Ricerca 23-24 febbraio 2017