Prof. Piero Toffano

Università di Urbino


  • Area di pertinenza

    Letteratura francese

  • Ruolo nell'Associazione

    Soci sostenitori

    • Piero Toffano è nato il 12 dicembre 1953. Nel 1977 si è laureato in Lettere a Venezia, con una tesi avente come relatore Francesco Orlando. Dal 1982 ricercatore presso la facoltà di Lettere di Urbino, dal 1992 associato presso la facoltà di Lettere di Palermo, dal 2002 professore ordinario di Letteratura francese presso la facoltà di Lingue di Urbino, dove è stato direttore dell’Istituto di Lingue dal 2001 al 2008, ed è presidente dei corsi di laurea triennali dal 2008.

      Principali pubblicazioni:
      Lo spazio dell’io nel quarto ‘Spleen’, “Studi urbinati” B3 LVI (1983)
      La figura dell’antitesi nelle massime di La Rochefoucauld, Fasano, Schena 1989 (traduzione francese: Poétique de la maxime. La figure de l’antithèse chez La Rochefoucauld, Orléans, Paradigme 1998)
      In nome di chi parla il moralista ? Voce d’autore e autorità nei ‘Caractères’, in AA. VV., Il prisma dei moralisti. Per il tricentenario di La Bruyère, a cura di Benedetta Papasogli e Barbara Piqué, Roma, Salerno 1997
      La Rivoluzione: censure e spostamenti, in AA.VV., Chateaubriand e i ‘Mémoires d’Outre-Tombe, Pisa-Genève, ETS-Slatkine 1998
      L’autobiografia nei ‘Mémoires’ della Grande Mademoiselle, “Rivista di letterature moderne e comparate” LII, 3 (1999)
      Un’interpretazione di Salammbô, Padova, Unipress 2000
      Chateaubriand et les Indiens d’Amérique entre 1797 et 1802, in AA. VV., « L’istinct voyageur ». Creazione dell’io e scrittura del mondo in Chateaubriand, a cura di Filippo Martellucci, Padova, Unipress 2001
      Félicité personaggio tragico? Il polisenso in Un Cœur simple, in AA. VV., Il tragico nel romanzo moderno, a cura di Piero Toffano, Roma, Bulzoni 2003 (ora, in forma leggermente abbreviata, in Tre saggi su Flaubert, a cura di Francesco Fiorentino, Roma, Bulzoni 2008)
      Il personaggio “modernista” come fascio di tratti semantici non psicologici: l’esempio di Flaubert, in AA. VV., Il personaggio. Figure della dissolvenza e della permanenza, a cura di Chiara Lombardi, Alessandria, Edizioni dell’Orso 2008.

      Ha collaborato con saggi e recensioni alle riviste “Paragone”, “Micromégas”, “Rivista di letterature moderne e comparate”, “Lingua e stile”, “Studi francesi”, “Studi di letteratura francese”, “Lingua e letteratura”, “Contesti”.

      Ha curato le edizioni di François-René de Chateaubriand, Le avventure dell’ultimo degli Abenceragi, Venezia, Marsilio 1993, e di Jean Racine, Phèdre, Genova, CIDEB 1994; ha collaborato alle edizioni di Marcel Proust, Alla ricerca del tempo perduto, Milano, Rizzoli (“B.U.R.”) 1985-1994, e di Gustave Flaubert, Opere I (1838-1862), Milano, Mondadori (“I Meridiani”) 1997, e Opere II (1863-1880), Milano, Mondadori (“I Meridiani”) 2000.

      È socio sostenitore dell’Associazione Sigismondo Malatesta dal 1990.

© 2017 Associazione Sigismondo Malatesta. All Rights Reserved.